Asti in Concerto
  

Sabato 16 dicembre 2017, ore 21,15
Spazio Kor - Piazza San Giuseppe

JOAN ISAAC QUARTET

JOAN ISAAC QUARTET

Joan ISAAC, voce
Antoni Olaf SABATER, pianoforte
Walter PORRO, keyboard - accordeon
Claudio ROSSI, guitar - violino

“I Malgrat Todo... la Vida!”

Un rametto spunta tra le ceneri di un bosco incalcinato, una brocca d’acqua chiara emana da una fonte secca, il poeta torna a scrivere e il suicida ci ripensa perché finalmente il miracolo della vita completa la sua seduzione. Joan Isaac ha cantato spesso la vita, la necessità di afferrarsi ad essa, alle piccole meraviglie che ci regala il fatto di vivere, alla vita che a colpi di gomito si fa strada nonostante le miserie di questo mondo disumanizzato, ingiusto e brutale che il cantautore catalano ha comunque cantato con una denuncia implacabile, però sempre con uno sguardo di speranza verso un mondo migliore. Canzone scritta nella maturità personale e professionale di Joan Isaac I malgrat tot la vida (E malgrado tutto, la vita) distilla ottimismo. Rivela un desiderio di accarezzare l’utopia, la bontà e la bellezza quando sembra che tutto s’inabissa. È anche un guardare avanti del poeta-cantautore che, con quarant’anni di brillante carriera artistica alle spalle, ancora non ha detto tutto. È la ribellione davanti ai cattivi momenti che vive la canzone d’autore per avvertire che, malgrado tutto, continuerà ad arricchire il suo bagaglio artistico, così pieno di bellissime gioie liriche che lo situano sull’altare dei migliori cantautori mondiali.


Joan Isaac appartiene, con Marina Rossell e Ramón Muntaner, a quella generazione canora denominata novissima cançó, artisticamente nata subito dopo la caduta del franchismo ed espressione di tutte le tensioni sociali, culturali e politiche che hanno caratterizzato quel periodo e di cui la sua A Margalida rappresenta il più significativo manifesto canoro. Strani i destini di questa canzone di sapore intimista, dedicata a una cara amica di cui si sono improvvisamente perse le tracce. Solo che quella amica è la fidanzata di Salvador Puig Antich, il ventiseienne anarchico condannato a morte dopo un processo farsa e fatto garrotare dal cattolicissimo dittatore spagnolo che non si cura delle proteste dell’opinione pubblica europea e delle preghiere d’intercessione del papa Paolo VI. La canzone scavalca la volontà del suo stesso autore e si trasforma, se non proprio in una canzone di lotta, in un’icona resistenziale in grado di rinnovarsi per decenni. Ma nel giro di pochi anni, in questa fase della transizione tutte le illusioni accumulate vengono dissipate e anche in Spagna ha il sopravvento l’edonismo reganiano. Nel 1984 Joan Isaac, dopo avere pubblicato quattro album, preferisce ritirarsi dalle scene per dedicarsi esclusivamente alla sua farmacia. È un silenzio che dura quattordici anni e si interrompe soltanto nel 1998 con la pubblicazione di Planeta Silenci. Da allora la sua produzione si mantiene su livelli impensati e sono ben dodici i cd che vanno ad arricchire la sua discografia. Tra gli spettacoli che segnano la sua carriera va segnalato Només han passat cinquanta anys, un doppio recital al Teatre de Catalunya con vari ospiti, tra cui gli italiani Roberto Vecchioni e Mauro Pagani con cui ha inciso Les cartes d’amor (versione catalana di Le lettere d’amore) e Il momento per lei. Joan parla perfettamente italiano e, d’altra parte, la sua prima apparizione italiana risale al 1977, quando ha partecipato a Novara al Festival Victor Jara organizzato dalla Regione Piemonte. Ha anche partecipato a undici dischi collettivi pubblicati in Italia e a quattro edizioni della Rassegna della Canzone d’autore del Club Tenco. Al nostro paese Joan ha anche dedicato il suo penultimo album Joies italianes i altres meravelles, pubblicato nel 2015, in cui presenta versioni catalane di canzoni di Samuele Bersani, Giorgio Conte, Lucio Dalla, Fabrizio De André, Tosca, Eugenio Finardi, Vinicio Capossela, Francesco De Gregori, Ivano Fossati. 



 

Vai alla pagina

Clicca per leggere il programma dello spettacolo
Sabato 28 ottobre 2017
Sala del Coro B. Alfieri
Archivio di Stato

ROBERTO CAPPELLO

Clicca per leggere il programma dello spettacolo
Sabato 25 novembre 2017
Istituto di Musica “G.Verdi”
Yves ROBBE - Macha MAKAREVICH

Clicca per leggere il programma dello spettacolo
Giovedì 16 dicembre 2017
Spazio Kor
JOAN ISAAC QUARTET

Clicca per leggere il programma dello spettacolo
Domenica 17 dicembre 2017
Chiesa di Santa Caterina
CORO DI VOCI BIANCHE e CORO GIOVANILE
della Scuola Comunale di Musica di Mondovì

Clicca per leggere il programma dello spettacolo
Domenica 21 gennaio 2018
Teatro Alfieri
TETRAGRAMMA ENSEMBLE