Il direttore artistico                 Lo staff dell'associazione

Corsi di musica                   Archivio manifestazioni


CIRCOLO FILARMONICO ASTIGIANO

Piemonte dal vivo

con la collaborazione di


Un Giardino per l'Armonia


Nona Edizione

La musica è un linguaggio globale, la magica chiave che apre i cuori della gente al di là delle differenze di nazionalità, etnìa e religione.
La musica è un grande catalizzatore che porta l'armonia nel cuore,
nella mente delle persone, unendo l'umanità in una sola cosa.
La musica è la melodia dell'avanzare
della vita che trasmette gioia, coraggio e speranza.
E' il suono dell'attività dinamica, della creatività e del progresso. 
I.DAISAKU

Con questa premessa presentiamo la IXª ed. della rassegna concertistica promossa con il Patrocinio del Comune di Asti- Assessorato per la Cultura, con la collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo e dell’Associazione Rive-Gauche Concerti.
L’iniziativa è nata nel 2008, per avvicinare il pubblico giovane (e non solo) ai linguaggi musicali . In questa edizione 6 concerti, con musiche di stili diversi eseguite da musicisti di provata fama.


Lia Lizzi Balsamo

    
Sabato 12 novembre 2015 ore 21,15
Sala del coro "Benedetto Alfieri" Archivio di Stato


TRIO QUODLIBET

Elena BAKANOVA - Andrea BOCCALETTI

Mariachristine LOPEZ, violino
Virginia LUCA
, viola
Fabio FAUSONE
, violoncello

“DENTRO LA MEMORIA:
Omaggio a MONDRIAN e ai pittori di TEREZIN”


Gideon Klein (1919-1945) Trio per archi (1944)
Allegro - Variazioni su un tema moravo, - Molto vivace
Erwin Schuloff (1894-1942) Duo per violino e violoncello (1942)
Moderato - Zingaresca. Allegro giocoso - Andantino - Moderato
Hans Krása (1899-1944) Tanec (1943)
Passacaglia e fuga (1944)
Francesco Maggio (1986) Trio modulare (2016) *

Nel quadro del cartellone di MUSICHE IN MOSTRA 2016
di Rive Gauche Concerti



Maggior Sostenitore

con la collaborazione della



Sabato 19 novembre 2016 ore 21,15
Sala del coro "Benedetto Alfieri" Archivio di Stato

FRANCESCO DILLON & IL DUO ALTERNO

FRANCESCO DILLON & IL DUO ALTERNO

Tiziana SCANDALETTI
, soprano
Francesco DILLON
, violoncello
Riccardo PIACENTINI
, pianoforte

“VESTITA DI ROSE
OMAGGIO A RENOIR”


PROGRAMMA
Azio Corghi (1937) La rosa bianca (1963-2016)
Da “Ricordando te, lontano” (testo di Attilio Bertolucci)
Valentino Bucchi (1916-1976) El fior robà (1935/40)
Da “Quattro liriche” (testo di Giacomo Noventa)
Carlos Guastavino (1912-2000) La rosa y el sauce (1939) Testo di Francisco Silva y Valdés
Benjamin Britten (1913-1976) Suite n. 3 op. 87 (1971) per violoncello solo
Salvatore Sciarrino (1947) Ultime rose (1981)
Da “Vanitas” per soprano, violoncello e pianoforte (testi di Martin Opitz, Johann Christian Günther, Christoffel von Grimmelshausen)
Giuseppe Colardo (1953) Re...si (un piccolo fiore per Alda) (2012)
per pianoforte solo
Azio Corghi (1937) “... vestita di rose...” (2016) *
per mezzo-soprano, violoncello e pianoforte (testi liberamente tratti da Saffo, tr. Ilaria Dagnini) Dedicato al Duo Alterno e a Francesco Dillon

* Nuova composizione


Francesco Dillon, nato a Torino nel 1973, è uno dei violoncellisti italiani più accreditati nel campo della musica contemporanea. Il suo repertorio è amplissimo e comprende lavori dei principali compositori viventi, di cui ha tenuto le prime esecuzioni in contesti di altissimo prestigio. Al repertorio contemporaneo unisce la riproposizione del repertorio classico in una intelligente rilettura proiettata ai giorni nostri, dai ricercari del Seicento in avanti. Ha studiato a Firenze con Andrea Nannoni, perfezionandosi in seguito con Amedeo Baldovino, Mario Brunello e David Geringas, e seguendo masterclasses di Mstislav Rostropovich, Anner Bijlsma, Miklós Perenyi. È stato allievo per la composizione di Salvatore Sciarrino. Ad un’ intensa attività solistica (con l’Orchestra nazionale della RAI, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestra sinfonica siciliana, Orchestra dei Pomeriggi musicali, Orchestra filarmonica marchigiana; recentissimo è il suo acclamato debutto alla Biennale di Münich con l’Orchestra della radio di Vienna (ORF)) affianca quella di quartettista con il Quartetto Prometeo, vincitore di numerosi premi internazionali (Prague Spring, dove ha conseguito il primo premio assoluto; ARD Münich; Bordeaux). Il suo profondo interesse per la contemporaneità lo ha portato a collaborare strettamente con i più importanti compositori di oggi quali: Gavin Bryars, Philip Glass, Vinko Globokar, Sofia Gubaidulina, Jonathan Harvey, Toshio Hosokawa, Giya Kancheli, Alexander Knaifel, Helmut Lachenmann, Bernhard Lang, David Lang, Alvin Lucier, Arvo Pärt, Henri Pousseur, Steve Reich, Fausto Romitelli, Kaija Saariaho, Salvatore Sciarrino, John Zorn. Con l’ensemble Alter Ego, di cui fa parte stabilmente, e come solista viene regolarmente invitato nei maggiori festival di musica contemporanea del mondo. Si è esibito in complessi di musica da camera con partners quali Irvine Arditti, Giuliano Carmignola, Piero Farulli, David Geringas, Veronika Hagen, Alexander Lonquich, Elio Pace, Rainer Schmidt, Stefano Scodanibbio. Le sue esecuzioni sono trasmesse da varie emittenti come BBC, RAI, ARD, Radio France, ORF, ABC, fra le altre. Ha inciso per etichette quali Aulos, Dynamic, Kairos, Ricordi, Stradivarius, Die Schachtel e Touch. Le sue ultime registrazioni come solista sono la prima incisione, rispettivamente, delle “Variazioni” di Salvatore Sciarrino (premiata col Diapason d’or) e della “Ballata” di Giacinto Scelsi, ambedue con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI; in duo con il pianista Emanuele Torquati un doppio CD di rarità schumanniane e l’integrale delle opere per violoncello di Franz Liszt per la Brilliant Classics. Ha insegnato per molti anni alla Scuola di musica di Fiesole e tenuto masterclass in istituzioni quali Conservatorio Cajkovskij di Mosca, Pacific University (California), Untref-Buenos Aires, Manchester University. Dal 2010 è il direttore artistico della stagione di musica contemporanea “Music@villaromana” a Firenze.

Il Duo Alterno è considerato uno dei punti di riferimento nel repertorio vocale-pianistico del Novecento e contemporaneo. Dal suo debutto a Vancouver nel 1997 a oggi, ha portato la musica contemporanea italiana in oltre 40 Paesi di 5 continenti. Definito dal Washington Post “the duo with a big voice and a fine sense of comedic timing”, dal Sub-Saharan Informer “the wonderous duo”, da la Repubblica “il duo che dà voce (e piano) al Novecento italiano”, da l’Hindu di Chennai “un’esperienza elettrizzante”, ha al suo attivo 19 CD, tra cui 4 monografici con prime incisioni di Giorgio Federico Ghedini, Alfredo Casella e Franco Alfano (Nuova Era, 2000/4), la raccolta La voce contemporanea in Italia - voll. 1-6 (Stradivarius, 2005/14, con brani, spesso loro dedicati, di Abbado, Andrini, Battistelli, Berberian, Berio, Bortolotti, Bosco, Bussotti, Cage, Cattaneo, Clementi, Colla, Corghi, Dallapiccola, Donatoni, Esposito, Ferrero, Gentile, Giuliano, Guarnieri, Landini, Lombardi, Maderna, Manzoni, Morricone, Mosso, Nono, Petrassi, Pinelli, Scelsi, Sciarrino, Solbiati, Vacchi) e La voce crepuscolare – Notturni e Serenate del ‘900 (Stradivarius, 2010). Di natura sperimentale il lavoro di ricerca sulla “foto-musica con foto-suoni”© che ha portato a 6 CD per sonorizzazioni museali: Musiche della Reggia di Venaria Reale, Mina miniera mia, Treni persi, Arie condizionate, Shahar (Curci, 1999) e Musiche dell’aurora, e al libro con DVD I suoni delle cose (Curci, 2011). Il Duo si è esibito in Argentina (1998, 2004), Australia (2004/8/10), Austria (2007, 2014), Azerbaijan (2014/15), Belgio (2002/5), Brasile (2012/16), Canada (1997, 2003/8/9/13/14), Cina (2002/7/8/10/15), Città del Guatemala (2016), Corea (2001), Croazia (2014), Danimarca (1999, 2008/16), Etiopia (2010), Finlandia (1998/9, 2010/15), Francia (2001/10/15), Germania (2007/8/9/12/13/16), Giappone (2006/7), Hong Kong (2011/15), India (2004), Indonesia (2001/4/15), Kazakistan (2001), Lettonia (2009), Lituania (2009), Malta (2011), Mongolia (2007/10), Norvegia (1999, 2002), Olanda (2005/14), Perù (2012), Polonia (2011/12), Repubblica Ceca (2009/10/12/13), Regno Unito (2001/13), Russia (2005/9/14), Serbia (2008/10/12), Singapore (2001/2/3/10/15), Slovacchia (2015), Slovenia (2014), Spagna (2011), Stati Uniti (2000/3/5/6/7/8/9/10/12/13/14), Svezia (1999, 2008/15), Svizzera (2013), Tailandia (2015), Turchia (2005), Ucraina (2009), Ungheria (2011/14), Uzbekistan (1998/9), Venezuela (2012). Numerose anche le performance in Italia, dal Festival MiTo di Torino alla Società dei Concerti e I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Accademia Santa Cecilia di Roma, il Teatro La Fenice di Venezia, I Teatri di Reggio Emilia, Accademia Filarmonica, Centro La Soffitta e Teatro Comunale di Bologna, SpazioMusica di Cagliari, GAMO di Firenze, Festival Millemondi di Napoli, Curva Minore di Palermo, Amici della Musica di Pistoia, di Udine e di Venezia, Musica d’oggi, Nuovi Spazi Musicali e Nuova Consonanza di Roma, ecc. Tiziana Scandaletti è docente di Musica vocale da camera al Conservatorio di Piacenza, Riccardo Piacentini di Composizione al Conservatorio di Milano.


Nel quadro del cartellone di MUSICHE IN MOSTRA 2016
di Rive Gauche Concerti



Maggior Sostenitore

con la collaborazione della




Venerdì 25 novembre 2016 - ore 21,15
Sala del coro "Benedetto Alfieri" Archivio di Stato

Recital Pianistico

Andrea Bacchetti

Andrea BACCHETTI, pianoforte

“Suite, Sonate, Concerti...”


JOHANN SEBASTIAN BACH (1685-1750)
SUITE INGLESE N. 5 IN MI MINORE BWV810
prelude – allemande – courante – sarabande – passepied I en rondeau -Passepied II – Gigue
SUITE FRANCESE N.5 IN SOL MAGGIORE BWV816
allemanda – corrente – sarabanda- bourree – loure – giga
SUITE INGLESE N. 2 IN LA MINORE BWV 807
prelude – allemande – courante – sarabande – bourree I – Bourree II – gigue
SUITE FRANCESE N.2 IN DO MINORE BWV 813
allemande – corrente – sarabande – air – mennuett – gigue
SUITE FRANCESE N.1 IN RE MINORE BWV 812
allemande – courente – sarabande – mennuett I – mennuett II – gigue
CONCERTO IN FA MAGGIORE BWV 971 “IN STILE ITALIANO”
andante – presto

WOLFGANG AMADEUS MOZART (1756 – 1791)
FANTASIA IN RE MINORE K 397
andante – adagio – presto – tempo primo – allegretto
RONDO IN RE MAGGIORE K 485 rondo – allegro
SONATA IN SI BEMOLLE MAGGIORE “PARIGINA N.5”
allegro – andante cantabile – allegretto grazioso

Andrea Bacchetti Nato nel 1977, ancora giovanissimo Andrea Bacchetti ha raccolto i consigli di Karajan, Magaloff, Berio, Horszowski, Siciliani. Debutta a 11 anni a Milano nella Sala Verdi con i Solisti Veneti diretti da Scimone. Da allora suona più volte in festival internazionali quali Lucerna, Salisburgo, Belgrado, Santander, Tolosa (Piano aux Jacobins), Lugano, Sapporo, Brescia e Bergamo,Bologna, Roma (Uto Ughi per Roma), La Roque d'Anteron (Radio France), Milano (MI.TO), La Coruna (Festival Mozart), Pesaro, Cervo, Bellinzona, Ravenna, Ravello, Santiago de Compostela (cicle de Piano A. Brage), Varsavia (Beethoven Festival), Parigi (La Serre d'auteil), Bad Worishofen, Spoleto, Husum, Murten Classics. E presso prestigiosi centri musicali: Konzerthaus (Berlino); Salle Pleyel, Salle Gaveau, ciclo piano 4**** (Parigi); Rudolfinum Dvorak Hall (Praga); Teatro Coliseo (Buenos Aires); Rachmaninoff Saal, The Moscow State Philarmonic Society (Mosca); IBK Concert Hall Arts Center (Seoul); Auditorium Nacional de Espana (ciclo di Scherzo e CNDM), Teatro Real, Foundacion Gulbenkian (Lisbona), Teatro Monumental, Fundacion March (Madrid); Toppan Hall e Musaschino Concert Hall (Tokyo), De Warande, Anversa; Huelecourt Art Project, (Bruxelles); Mozarteum Brasileiro e Cultura Artistica (San Paolo); Hyogo Performing Arts Center (Osaka) Parco della Musica, Roma; Zentrum Paul Klee (Berna); Gewandthaus (Lipsia). In Italia è stato ospite delle maggiori orchestre ed enti lirici e di tutte le più importanti associazioni concertistiche. All'estero ha lavorato con numerose orchestre (Lucerne Festival Strings, Camerata Salzburg e Salzburg Chamber Soloists, RTVE Madrid, Sinfonica de Asturia, Oviedo, OSCYL, Valladolid; MDR Lipsia, Kyoto Simphony Orchestra, Sinfonica di Tenerife, Filarmonica della Scala, OSNR Torino, Sinfonica dell'estado del Mexico, RTL Lubiana, Cappella Istropolitana, Bratislava, Russian Chamber Philarmonic St. Petersburg, Dubrovnik Symphony Orchestra, Philarmonique de Nice, Prague Chamber Orchestra, ORF Vienna, Filarmonica Toscanini di Parma, Philarmonie der Nationen, Amburgo, Enesco Philarmonic di Bucarest, con direttori come Bellugi, Guidarini, Venzago, Luisi, Zedda, Manacorda, Panni, Burybayev, Pehlivanian, Gullberg Jensen, Nanut, Lu Ja, Justus Frantz, Baungartner, Valdes, Renes, Bender, Bisanti, Ceccato, solo per citarne alcuni. Incide in esclusiva per Sony Classical e fra la sua ampia discografia sono da ricordare il SACD con le sonate di Cherubini (Penguin Guide UK,Rosette 2010), “The Scarlatti Restored Manuscript” (RCA Red Seal) che è risultato vincitore dell' ICMA 2014 nella categoria “Baroque Instrumental”. Di Bach le “Invenzioni e Sinfonie” (CD del mese della BBC Music Magazine – Settembre 2009 e “The Italian Bach” (CD del mese della rivista giapponese “Record Geijutsu, maggio 2014). Si dedica con passione alla musica da camera. Proficue sono state le collaborazioni con partner come R. Filippini, il Prazak Quartet, Uto Ughi, Antonella Ruggero, Quatour Ysaye. Compositori come Vacchi, Boccadoro, Del Corno, fra gli altri, gli hanno dedicato brani. Nella stagione passata ha tenuto concerti in Spagna, Messico, Cuba, Corea, Svizzera, Polonia, Belgio, Russia ed in quella in corso sono previste tournèe in Giappone e Lussemburgo.




Sabato 3 dicembre 2016 ore 21,15
Sala del coro "Benedetto Alfieri" Archivio di Stato


DUO PIANISTICO
ZINCONE - PINNA


Ivana Zincone e Massimiliano Pinna

Ivana ZINCONE, pianoforte
Massimiliano PINNA, pianoforte


“Sul bel Danubio Blu”

J.Strauss
Sul Bel Danubio Blu op. 314
Voce di Primavera op.410
G.Rossini
Ouverture da “La gazza ladra”
Ouverture de “Il Barbiere di Siviglia”
J.Brahms
Danze Ungheresi nn.1, 2, 3, 5,6
F.Liszt
Rapsodia Ungherese n.2

Massimiliano Pinna e Ivana Zincone si sono diplomati entrambi al Conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria, il primo con Walter Bozzia e la seconda con Gianfranco Carlascio, perfezionandosi in seguito come solisti rispettivamente con Alexander Lonquich, Marian Mika e Amelia Careggio, e in duo presso l’Accademia di Musica di Voghera e l’Accademia Pianistica di Pinerolo con Pier Narciso Masi. All’attività concertistica in vari gruppi da camera, entrambi affiancano con successo quella didattica. Costituitosi nel 1997, il duo è stato premiato in vari concorsi nazionali ed internazionali di musica da camera ed ha preso parte con successo di pubblico e critica a numerose manifestazioni concertistiche organizzate da Enti ed Associazioni di tutta Italia, tra cui “Amici dei Batù” ad Altavilla M.to (AL), “E.M.Ferrari”, Conservatorio “A.Vivaldi”,Teatro Comunale e Teatro Parvum, Europista ad Alessandria,Circolo Ufficiali della Marina Militare a La Spezia, Circolo Ufficiali di Presidio, Oratorio San Filippo a Torino, Teatro Matteotti a Moncalieri (TO), “Chitarfisa” di Lecco, Associazione Arte Musica Storia di Roma, “Dino Ciani” di Milano (per cui ha suonato anche a Stresa e Trieste), Palazzo dei Congressi di Tabiano Terme, Associazione “Cultura et Musica G.Paisiello” di Taranto,Asolo Musica-Veneto Musica, Associazione “F.Geminiani” di Ceriale (SV), Circolo de”la Stampa” di Torino,XXV e XXX Stagione Concertistica Teatro Sociale di Alba,V Edizione Rassegna “Roero in musica”,Rotary Club di Lecco, Accademia Filarmonica di Casale M.to (AL), Stagione Concertistica 2005 di Valmadrera (LC), XII Stagione MusicaNovi (2005) dell’Associazione Musicale “A.Casella” di Novi Ligure (AL), VIII Stagione Maggio Musicale del “Ricetto di Candelo” (BI),III Rassegna Musicale di Domodossola per Piemonte in Musica, Amici della lirica di Pistoia (2008), Circolo Filarmonico Astigiano, 4° edizione (2009) Venerdì in Accademia di Lodi, Festival “G.Caccia” di Moncalvo (AT), Noli MusicaFestival 2012, Castello di Lagnasco 2015…

In collaborazione con ARTE-MUSICA AL



Martedì 14 febbraio 2017 ore 21,15
“Sala del Coro B. Alfieri” Archivio di Stato

PENTABRASS
ARTISTI DEL TEATRO REGIO DI TORINO

PENTABRASS ARTISTI DEL TEATRO REGIO DI TORINO

Ivano BUAT, tromba
Marco RIGOLETTI, tromba
Ugo FAVARO, corno
Vincent LEPAPE, trombone
Rudy COLUSSO, basso tuba

Georg Friedrich Händel (1685-1759) - Alleluja Arrangiamento di Fred Mills
Giuseppe Verdi (1813-1901)
Aida, marcia trionfale Arrangiamento di James Barnes
Johannes Brahms
(1833-1897)
Danza ungherese n. 5 in fa diesis minore Arrangiamento David Le Clair
Wolfgang Amadeus Mozart
(1756-1791)
Le nozze di Figaro, ouverture Arrangiamento di Steve Bergler
Georges Bize
t (1838-1875)
Carmen, fantasia Arrangiamento di Bill Holcombe
Johann Strauss padre
(1804-1849)
Amor Marsch Arrangiamento di Jay Lichtmann
André Lafosse (1890-1975)
Suite Impromptu
Luther Henderson (1919-2003)
Tuba Tiger Rag
Enrique Crespo
(1941)
Suite americana (Ragtime - Bossa nova - Vals peruano)
David Short
(1951)
Tango
George Gershwin
(1898-1937)
Four Hits For Five


Il quintetto Pentabrass nasce nel 1998 ed è composto da artisti dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino. È molto attivo sia a livello nazionale sia internazionale, ed è ospite dei più importanti festival dedicati agli ottoni. Nel 2002 inaugura il Festival de Cuivres en Dombes. Nel 2004 è invitato al Jeju International Brass & Percussion Competition in Corea del Sud e nel 2005 allo University of Georgia Brass Spring Festival (U.S.A.); nello stesso anno partecipa al Festival di Bagnolo Mella (Brescia) con Fred Mills (parteciperà anche alle edizioni del 2007 con Michel Becquet e del 2009 con l’euphonista Adam Frey). Nel 2006 è invitato al Festival Spanish Brass di Alzira e nell’agosto dello stesso anno al Festival Internazionale Santa Fiora in Musica (Grosseto). Nel 2007 si esibisce al Conservatorio “P.I. ?ajkovskij” di Mosca e l’anno seguente partecipa all’Epsival di Limoges. Nel 2009, su invito di Gabriele Cassone, il quintetto Pentabrass è ospite del Festival Fiati del Conservatorio “G. Cantelli” di Novara. Nel 2011 viene invitato alla Oldenburger Promenade con il trombettista russo Andrei Ikov e sempre in Germania si esibisce con l’European Brass Orchestra. Il gruppo ha all’attivo due CD, Suite Impromptu e Fred Mills and Pentabrass. Quest’ultimo è stato realizzato con Fred Mills, grande trombettista fondatore dei mitici Canadian Brass con cui si è creato un sodalizio pluriennale che ha portato alla nascita del Pentabrass Festival, appuntamento annuale di fine estate che vede riunirsi a Quincinetto solisti e docenti del calibro di Ronald Romm, Phil Smith, Andrei Ikov, Chris Martin, Frank Lloyd, Phil Myers, Michel Becquet, Joseph Alessi, Jacques Mauger, James Gourlay.

in collaborazione con
PENTABRASS ARTISTI DEL TEATRO REGIO DI TORINO



Sabato 25 febbraio 2017 ore 21,15
“Sala del Coro B. Alfieri” Archivio di Stato

QUARTETTO D'ARCHI
ALERAMO

QUARTETTO ALERAMO

Umberto FANTINI, Massimiliano GILLI, violini
Maurizio REDEGOSO KHARITIAN, viola
Giancarlo BACCHI, contrabbasso


“Il Sogno e la Danza”

PROGRAMMA:
H. Purcell (1659/1695) – Fantazia: three parts on a ground
A. Vivaldi (1678/1741) - Concerto No. 4 in fa minore, op. 8, RV 297, "L'inverno" da Le quattro stagioni
L. van Beethoven
(1770/1827) - Romanza n° 2 op. 50
B. Bartòk
(1881/1945) - Romanian Folk Dances
G. I. Gurdjieff (1872/1949) - Armenian song dall’originale per pianoforte di T. De Hartmann *
M. De Falla
(1876/1946) - Danza rituale del fuoco da El amor brujo **

Omaggio al cinema italiano contemporaneo

N. Piovani (1946): Buongiorno Principessa - La vita è bella **
E. Morricone (1928): The Mission - Gabriel’s Oboe - L’uomo dell’armonica - C’era una volta il West - L’estasi dell’oro **

* trascrizione per quartetto d’archi del M° Maurizio Redegoso Kharitian
** trascrizioni/arrangiamenti per quartetto d’archi del M° Sergio Merletti (dalla partitura per orchestra sinfonica)

Il quartetto nasce a seguito dell’incontro fra quattro musicisti, tutti di origine piemontese, ciascuno con alle spalle una significativa e diversificata esperienza professionale – solistica, concertistica, orchestrale e didattica, tuttora in atto sia in Italia che all’estero – e con l’intento e la curiosità di sperimentare nuovi percorsi musicali avviando una collaborazione artistica fondata su una inconsueta, e pertanto originale, composizione strumentale del gruppo. La presenza del contrabbasso al posto del violoncello ne costituisce l’elemento “chiave” che induce a discostare la tipologia dell’ensemble da quella tipica della musica da camera, a partire dal classicismo viennese in poi, vale a dire il quartetto d’archi i cui componenti sono simili nella caratteristica di emissione dei suoni. Tuttavia il contrabbasso, nel contesto che si è venuto a creare, riesce a conseguire e mantenere un’ apprezzabile omogeneità sonora con gli altri strumenti, i due violini e la viola, in ciò supportato anche da una adeguata selezione delle partiture, delle trascrizioni e arrangiamenti, e quindi dei repertori adottati e proposti e nondimeno dalla capacità dei musicisti di fondere il proprio strumento nell’assieme dando luogo a nuove consonanze timbriche. In taluni casi il contrabbasso esegue al capotasto partiture originali scritte per violoncello. Un’innovazione dunque interessante nella sua peculiarità e tutta da scoprire. Una curiosità: la denominazione del quartetto trae ispirazione dal territorio del Monferrato, regione storico-geografica piemontese da cui uno dei musicisti proviene, dalla sua bellezza naturale e dalla letteratura (“l’esultante di castella e vigne suol d’Aleramo” di carducciana memoria - dalla poesia Piemonte) e non solo, perché il fascino intramontabile della leggenda e delle sue varianti, sorte intorno alla figura del nobile Aleramo figlio di Aldeprando di Sassonia, ha in qualche misura contribuito a suggerirne la scelta. Un richiamo specifico alla musica e al melodramma* ha infine suggellato il nome del quartetto. Il debutto del quartetto ha avuto luogo lo scorso 15 luglio in occasione del concerto inaugurale del Festival Internazionale della Musica intitolato a “Clara Wieck e Robert Schumann”, con la direzione artistica del M° Anna Maria Cigoli, organizzato a Castelnuovo Don Bosco (AT). Numerosi i concerti già realizzati e in calendario nei prossimi mesi. Come di norma avviene nella coniugazione fra storia e mito, tradizione e innovazione, con excursus che fanno riferimento all’uno e all’altra valorizzandone le qualità intrinseche e distintive, in egual misura il repertorio del quartetto spazia dal periodo barocco, in particolare dagli stili che connotano la musica occidentale tra la fine del Seicento e la prima metà del Settecento, quale ad esempio lo stile concertante italiano, per arrivare agli autori classici, a quelli contemporanei e alla loro produzione più recente.

Umberto FANTINI – violino. Diplomato in violino nel 1979 e vincitore di numerosi concorsi, inizia giovanissimo un’attività prevalentemente cameristica che culmina con la fondazione, nel 1988, del Quartetto d’archi di Torino. In più di 25 anni di attività italiana e internazionale sono numerose le collaborazioni con grandi personalità (P. Farulli, G. Kurtag, M. Skampa, A. Ciccolini, V. Belinsky etc.) e le incisioni discografiche, fra cui la colonna sonora del film “Io non ho paura” di Gabriele Salvatores composta da Ezio Bosso Nel 2009, con il Quartetto di Torino, ha preso parte ad un concerto al Quirinale svoltosi nella Cappella Paolina. Collabora individualmente con vari artisti fra cui Paolo Conte, Levon Minassian, Giorgio Li Calzi e ha scritto la musica per cortometraggi e documentari trasmessi su RAI3. E’ docente di violino presso il Conservatorio G. Verdi di Torino e tiene regolarmente corsi e masterclasses di violino e musica da camera.
Massimiliano GILLI – violino. Diplomato in violino nel 2000 presso il Conservatorio Statale “L. Cherubini” di Firenze, ha frequentato nel 1993 e nel 1998 i corsi dell’ Academie Superiore de Musique di Sion (CH) tenuti da Tibor Varga e Franco Gulli. Consegue nel 2000 il certificato di specializzazione in Musica da Camera presso l’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Collabora con l’Orchestra del Teatro e l’Orchestra Filarmonica 900 del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra Haydn di Bolzano, l’Orchestra Sinfonica della Val d’Aosta. Collabora con E. Bosso, con il quale ha inciso per il Looking Glass Studio di New York e per il Royal Ballet di Londra, con M. Fera, e con l’Orchestra da Tre Soldi, di cui è tra i fondatori. Con l’Orchestra da Tre Soldi ha registrato per RAI UNO la trasmissione “I Confini della Musica”. In ambito jazz collabora con M. Tardito, C. Actis Dato, Enrico Fazio con i quali si è esibito in prestigiose rassegne internazionali.
Maurizio REDEGOSO KHARITIAN – viola. Dopo gli studi con L. Lugli, C. Grasso e S. Bresso conseguendo i diplomi in violino e viola nei Conservatori di Torino e Novara, viene ammesso presso il CNR-Paris. Membro fondatore del Quartetto Honegger, con questa formazione ha svolto intensa attività concertistica internazionale ed ottenuto importanti riconoscimenti. Viene selezionato da Sir Yehudi Menuhin al concorso di musica da camera di Osaka. Invitato come prima viola in orchestre ed ensemble quali: European Union Chamber Orchestra, Orchestra “Haydn”, Akademie St. Blasius Innsbruck. Ha eseguito prime assolute di autori quali: E. Morricone, L. Einaudi, C. Boccadoro, A. Chenna. Ha partecipato a registrazioni per: Decca, Arion, Stradivarius, RaiTrade. Ideatore del Laboratorio artistico “Nor Arax” che si dedica all’elaborazione di progetti ispirati alla cultura armena, in quest’ ottica ha creato nel 2010 il Quartetto Nor Arax.
Giancarlo BACCHI – contrabbasso. Si è diplomato in contrabbasso nel 1977 al Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria sotto la guida del M° Werther Benzi iniziatore di una delle più importanti e prolifiche scuole italiane di contrabbasso. Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro “Giuseppe Verdi” di Trieste sotto la direzione dei Maestri F. Molinari Pradelli, D. Oren, R. Chailly e con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo; con l’Associazione Orchestra MUSICAVIVA e LIRICA CORO F. Tamagno di Torino ha partecipato nel marzo 2015 alla produzione de La Bohème al Teatro Municipale di Casale Monferrato (AL) ricoprendo il ruolo di primo contrabbasso. Si è esibito in varie formazioni cameristiche e per associazioni musicali, eseguendo anche partiture originali scritte per violoncello. Ha costituito nel 2013 il Quartetto “Gli ArchInsoliti”, in collaborazione con musicisti dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo e nel 2016 il Quartetto d’Archi “Aleramo” con i Maestri U. Fantini, M. Gilli e M. Redegoso Kharitian. Dal 2015 è Maestro preparatore nell’Orchestra Giovanile del Ponente Ligure – Ligeia.

in collaborazione con
PENTABRASS ARTISTI DEL TEATRO REGIO DI TORINO



Direttore artistico: Lia Lizzi Balsamo

Informazioni:
Intero € 15,00 – ridotto € 10,00
Ingresso omaggio per i soci del C.F.A.

Concerti del 12-19 e 26 novembre ingresso libero

Per prenotazioni e informazioni:
Circolo Filarmonico Astigiano
P.za San Paolo 1 - Asti
tel. 0141- 538057 346 5761400

Sede dei concerti:
Sala del coro "Benedetto Alfieri"
Archivio di Stato
via Govone , 9 Asti tel. 0141 531229

  

Vai alla pagina

Le manifestazioni promosse
dal Circolo Filarmonico:



ASTI IN CONCERTO

28 ottobre 2017 - 12 aprile 2018
ASTI
Vai alla pagina


ARCHIVIO EVENTI:



MUSICA NELLE PIEVI

15 luglio - 10 agosto 2017
MONTECHIARO, ALBUGNANO, CINAGLIO
CORTAZZONE, MONTIGLIO MONFERRATO
CASTELNUOVO DON BOSCO

Vai alla pagina



MONFERRATO JAZZ FESTIVAL

19 aprile - 19 luglio 2017
ASTI, ROCCHETTA TANARO
Vai alla pagina



FESTA EUROPEA della MUSICA

18-21 giugno 2017
ASTI
Vai alla pagina



WORKSHOP INTERATTIVO con DIEGO BOROTTI

29 novembre 2016 - 9 maggio 2017
ASTI
Vai alla pagina



ASTI IN CONCERTO

28 ottobre 2016 - 1 aprile 2017
ASTI
Vai alla pagina



UN GIARDINO PER L'ARMONIA

12 novembre 2016 - 25 febbraio 2017
ASTI
Vai alla pagina



MONFERRATO JAZZ FESTIVAL

20 giugno - 31 luglio 2016
ASTI, PENANGO, ROCCA D'ARAZZO
Vai alla pagina



MUSICA NELLE PIEVI

23 luglio - 10 agosto 2016
MONTECHIARO, ALBUGNANO, CINAGLIO
CORTAZZONE, MONTIGLIO MONFERRATO

Vai alla pagina



FESTA EUROPEA DELLA MUSICA

19 -21 giugno 2016
ASTI
Vai alla pagina



GIORNATA DELLA MUSICA

Gli ARTISTI DELL’ORCHESTRA
DEL TEATRO REGIO di TORINO

21 Giugno 2015
CERRETO
Vai alla pagina



21 GIUGNO
GIORNATA INTERNAZIONALE
DELLA MUSICA

Settime (At)
21 giugno 2013

Vai alla pagina