Il direttore artistico                 Lo staff dell'associazione

Corsi di musica                   Archivio manifestazioni


COMUNE DI MONTIGLIO MONFERRATO
CIRCOLO FILARMONICO ASTIGIANO
CASTELLO DI MONTIGLIO


Castello di Montiglio Monferrato (Asti)
6 - 19 - 20 - 21 Giugno 2009


L’obiettivo  fondamentale nella creazione e nello sviluppo di Castello in Musica è stato quello  di far nascere un festival con una dimensione internazionale per qualità, proposte e scelte artistiche in grado di coinvolgere il paese, il pubblico, le istituzioni e gli artisti in una vera e propria festa di musica ed incontri. Il secondo obiettivo, che coinvolge il significato e l’essenza stessa di un festival, è stato quello di caratterizzare Castello in Musica non come una vetrina-museo di eventi musicali ma come una realtà propositiva e produttiva,  di incontri tra gli artisti e non, una realtà che svolga un ruolo di profondo stimolo verso una sempre più feconda attività artistica futura.
Da questi presupposti nasce  il ricco cartellone di questa dodicesima edizione di “Castello In Musica- Magie di suoni nel giorno del solstizio”.  Il festival  mantiene fede ai suoi “spazi” caratteristici: i suoni e i linguaggi di molteplici forme di espressione sonora; la musica classica, il jazz, la musica etnica, la musica popolare, ed altro ancora coabiteranno per tre giorni in un'unica, grande “casa” dei suoni per un momento di incontro nel nome della musica in uno splendido luogo delle colline astigiane: il Castello di Montiglio Monferrato, paese delle meridiane.


Direttore Artistico: Lia Lizzi Balsamo


Apertura del festival:
SABATO 6 GIUGNO
“Salone Montexpo”, Via Monviso 22

ore 21,45   OUVERTURE

    

GIORGIO CONTE QUARTET:
Giorgio Conte Chitarra e Voce
Lorenzo Marino Chitarra
Tommaso Conte Chitarra
Francesco Baucia Contrabbasso
presenta

“Serata Passion quartet”
Brani di Django Reinhardt, valzer musette e tradizionali,
in stile "Manouche" e di Giorgio Conte




VENERDI' 19 GIUGNO
“Castello”

ore 21   ...MUSICA NEL CUORE DI OGNI BAMBINO

    

Orchestra Suzuki di Torino:
Antonio Mosca direttore

Musiche di G.F. Haendel, J.S. Bach, A. Vivaldi, H. Fiocco,
C. Stamitz G. Ferrari A. Blanc


L’Orchestra Suzuki di Torino diretta da Lee e Antonio Mosca è espressione della Scuola Suzuki Talent Center di Torino ed è composta da un organico di trenta-cinquanta bambini di età compresa tra 6 e 14 anni. Fino ad oggi ha tenuto più di 250 concerti. L’attività dell’orchestra è finalizzata a due obiettivi: permettere agli allievi di sviluppare il proprio talento attraverso la pratica della musica d’insieme e divulgare la metodologia Suzuki in Italia. Fra i momenti più significativi delle tournee realizzate finora, il concerto nel settembre 1989 in Vaticano alla presenza del Santo Padre Giovanni Paolo II, la Festa della famiglia in Piazza S. Pietro nel 1992 (in mondovisione) e, a Ginevra nel 1996, l’apertura dei lavori dell’assemblea delle Nazioni Unite. L’Orchestra Suzuki di Torino è la più giovane orchestra da camera d’Europa. Nel 2006 la scuola Suzuki di Torino ha promosso la “14th Suzuki Method World Convention”, che ha portato a Torino più di 3000 bambini musicisti da tutto il mondo.



ore 22,15 UNE SOIRÈE AVEC RICHARD GALLIANO

    

RICHARD GALLIANO
Richard Galliano bandoneon, fisarmonica

Jazz, tanghi, e…

Richard Galliano francese della Costa Azzurra ma di chiare origini italiane, assurto in pochissimi anni ai vertici mondiali del jazz, é il principale artefice del rilancio a tutto campo della fisarmonica quale strumento dalle innumerevoli capacità espressive. Galliano interpreta, compone ed orchestra musica derivata dal genere "musette", in cui si mescolano, in apparenza casuale, reminiscenze swing, marcati echi di tango, grazie alla fondamentale lezione del grande maestro Astor Piazzolla (con il quale Galliano ha approfondito sia il suo già notevolissimo bagaglio tecnico, sia gli studi armonici e di composizione, e con il quale ha anche inciso un fortunato CD), giri di valzer dei bistrot parigini, l'atmosfera delle ballads à la Bill Evans, l'improvvisazione di Keith Jarrett e la lezione nera di Parker e Coltrane. Il tutto con un compiaciuto gusto cromatico figlio della più colta tradizione francese, da Couperin a Debussy a Ravel._I grandi meriti di Galliano sono dunque l'originalità, l'avere saputo cioé sintetizzare tutte queste esperienze musicali in una nuova musica europea, fatta di improvvisazione jazzistica e di tradizione mediterranea, e l'avere consentito alla fisarmonica (nella sua variante francese a tasti, l'accordeon) ed al bandoneon di assurgere al ruolo di protagonisti nello scenario jazzistico contemporaneo._Tra le numerose e importanti collaborazioni concertistiche e discografiche di Richard Galliano ricordiamo quelle con Juliette Greco, Claude Nougaro, Ron Carter, Chet Baker, Antonello Salis, Enrico Rava, Martial Solal, Miroslav Vitous, Charlie Haden, Trilok Gurtu e, naturalmente, Astor Piazzolla.


ore 23,45  Solstizio d’estate “brindisi alla luna”



SABATO 20 GIUGNO

Ore 10.30 A TUTTO RITMO 1!
Laboratorio di percussioni
Per bambini del 2° ciclo della scuola elementare e ragazzi
con Gigi Biolcati


Ore 10.30 IO ...CRESCO CON LA MUSICA
Laboratorio di percussioni
Laboratorio per i bambini della scuola materna
e del 1° ciclo della scuola elementare
Cinzia Franco – Lia Lizzi Balsamo


Ore 10.30 A TUTTO RITMO 2!
Laboratorio di percussioni
Per ragazzi e adulti
con Gigi Biolcati

ore 15  Favola in Musica

    

Lo SCHIACCIANOCI di P.I.Ciaikovskij
PRO ARTE DANZA
Elisa Vallarin
Clara
Edwin Peirone Schiaccianoci
Ena Naranjo Madrina
Ballerini Pro Arte Danza
coreografia  - regia
Ena Naranjo


Ore 16.30 FEMMINE SI NASCE DONNE SI DIVENTA
ANNA CUCULO GROUP

Anna Cuculo attrice
Antonella Peretto attrice, vocalist
Luigi Antinucci autore, compositore
Toti Canzoneri pluristrumentista
Fabrizio Florian tastiera
Livingstone Ballet: Teresa Cecchi, Stella Gelardi, Isabella Legato
Coreografie di Franca Pagliassotto
Contributo video della giornalista Daniela Binello

Anima Violata
Itinerario nel mondo femminile atto ad evidenziare luci e ombre
nel percorso di crescita verso l’essere donna.
Opera liberamente tratta dal romanzo omonimo
di Barbara Colombotto Rosso


ore 18  SUMMERTIME

    

BANDA MUSICALE di Rocchetta Tanaro
Corrado Schialva Direttore

Musiche di G. Gershwin, F. Francia, P. Novelli


ore 21,45    DOVE FINISCONO LE PAROLE INIZIA LA MUSICA

    

EUGENIO FINARDI Band
Eugenio Finardi voce e chitarra acustica
Paolo Gambino piano
Massimo Carletti chitarra
Stefano Profeta basso e contrabbasso
Federico Ariano batteria
Special Guest
Roberta Di Lorenzo


UN UOMO il nuovo show che, traendo spunto dall’omonimo quadruplo cofanetto, ripercorre con un’attenzione più teatrale i momenti fondamentali di una carriera lunga più di trent’anni che è come un diario della vita di un uomo,testimone del suo tempo, nel privato e nella storia.
FINARDI si è oramai da tempo allontanato dai protocolli dell’industria discografica per seguire la MUSICA. Una sua personalissima ricerca musicale che lo ha portato a cantare FADO portoghese, a cercare una trascendenza laica ne IL SILENZIO & LO SPIRITO, fino ad approdare alla Classica Contemporanea con il nuovissimo lavoro discografico su Vladimir Vysotsky “Il CANTANTE AL MICROFONO” realizzato con l'Ensemble SENTIERI SELVAGGI diretti da Carlo Boccadoro.non parlare di ANIMA BLUES, il suo grande sogno, diventato il principale sfogo della sua creatività compositiva.
"Un UOMO" attraversa molti di questi momenti in un’atmosfera di rilassata intimità che darà modo ad Eugenio di dar sfogo anche alle sue doti di affabulatore ed intrattenitore oltre che di raffinato musicista che, ad ogni tour, sembra crescere sia come autore che come interprete. I fan avranno modo di apprezzare alcuni brani inseriti in questa tourneè che Eugenio non eseguiva da tempo quali: Laura degli Specchi, Katia, Le donne di Atene e Wil Coyote....

.

ore 23,30   Solstizio d'Estate - “BRINDISI ALLA LUNA”




DOMENICA 21 GIUGNO

Ore 10.30 IO CRESCO CON LA MUSICA...

Concerto degli allievi dei corsi di musica del C.F.A.
Bellussi M., Rizzone E., Beltracchini C. chitarra
Smania N., Menzato G. violino
Oertle G., Peirona M., Gugliotta R. pianoforte


Ore 11.15 I SOLISTI DEL FILARMONICO
Dell’Aquila N., Cugnidoro F. voce
Gallo M., Cavaleri M., Berretta M. violino
Cirlincione A., Bosio F. pianoforte
Fea F. chitarra
Caffa S., Costa S., Romagnolo G.,
Savoia I., Troia P.
fisarmonica
Accompagna al pianoforte la prof.ssa Chiara Ruffinengo


Ore 15.00 SULLE ALI DEL CANTO
CANTUS COMITES

Marco Roncaglia direttore
Simone Rebola tenore
Simone Cascarano basso
Antonella Lucio soprano
Mirco Godio pianoforte
Musiche di A. Vivaldi, F. A. Vallotti, J. S. Bach, F. Schubert,
M. Leontovich, E. Grieg, M. Reger, S. Rachmaninov, F. Peeters


Ore 15.30 DOPO UNA LETTURA, UN SOGNO D’AMORE...

Paolo Loda narratore
Gabriele Gazzola flauto
Edoardo Girardino pianoforte
Franco Cinzia pianoforte
Musiche di Listz e M. Ravel

ore 16.30  LA DONNA È MOBILE

    

I TRE TENORI VENEZIANI
Luca Favaron, Cosimo D’Adamo, Emanuele Giannino tenori
Roberta Paroletti pianoforte
Musiche di G.Verdi, G. Puccini, G. Donizetti, F.P. Tosti,
F. Lehàr, C.A. Bixio, E.De Curtis, S. Cardillo


ore 18.00  I SUONI DELLA TERRA

    

MESHUGHE KLEZMER BAND
Fabio Basile chitarra elettrica
Stefano Corsi basso acustico
Zeno de Rossi batteria
Kyle Gregory tromba
Roberto Lanciai sax alto
Andrea Ranzato fisarmonica
Maria Vicentini violino



La Meshuge Klezmer Band è nata a Verona per iniziativa di alcuni musicisti provenienti da diverse esperienze culturali con il piacere e la gioia di suonare la musica klezmer, la musica celebrativa delle feste delle comunità ebraiche dell’Europa Orientale.
Il gruppo esegue in particolare brani strumentali composti da importanti musicisti ebrei emigrati dall'Europa orientale in America nei primi decenni del '900, soprattutto a New York, come Naftule Brandwein e Dave Tarras. La MKB svolge una significativa attività concertistica, legata all’esperienza più vera e genuina del klezmer. Dalla rassegna pluriennale Klezmer Brunch organizzata da David Krakauer al Tonic di New York alla quale il gruppo ha partecipato in due occasioni, è stata ricavata una compilation con i migliori brani scelti dal grande clarinettista americano: tra questi anche la Berdichiever Khosid eseguita dalla MKB (unico gruppo non americano presente nel disco). Questo CD, Music from the Winery, è prodotto dalla celeberrima casa discografica Tzadik di John Zorn. Inoltre la MKB è stata ospite a Venezia nell'ambito del 47° Festival di musica contemporanea all'interno della sezione musicale della Biennale di Venezia, scelta dal pianista-compositore Uri Caine, direttore artistico musicale di questa edizione della Biennale: ha suonato al Teatro delle Tese in una rassegna dedicata alla cultura e alla musica ebraica (della quale facevano parte, oltre alla MKB, Richard Teitelbaum, Gary Lucas e David Krakauer); il concerto della MKB è stato trasmesso in diretta su Radio Tre Nazionale.



ore 21.45  CARO AMATO JAZZ...

    

BIG BAND JAZZ COMPANY
Gabriele Comeglio sax alto e direttore
Emilio Soana tromba solista
Gabriele Pelli, Claudio Debernardi tromba
Mauro Parodi trombone
Ubaldo Busco, Damiano Fuschi, Emanuele dell’Osa, Vittorio Cazzaniga sax
Alberto Bonacasa piano
Roberto Trapella chitarra
Andrea Cassaro basso
Marco Serra batteria
Caterina Comeglio voce

JAZZ IN BIANCO & NERO
Una delle più importanti realtà del jazz italiano è composta da noti solisti provenienti principalmente da importanti orchestre (Orchestra RAI di Milano e varie orchestre sinfoniche - Pomeriggi Musicali, Scala, ecc…). Tra essi citiamo il trombettista Emilio Soana (RAI). Ha al suo attivo collaborazioni di grande prestigio, tra le quali si segnalano i concerti con Lee Koniz, Randy Brecker, Bob Malach, Herb Pomeroy, Charlie Mariano, Bob Mintzer. La Jazz Company ha suonato, fra l'altro, con Ami Stewart e con Dee Dee Bridgewater. Gabriele Comeglio, noto al pubblico per le numerose collaborazioni con orchestre come la Montecarlo Nights Orchestra formazione accompagnatrice del cantante/dj Nick the Nightfly di Radio Montecarlo e miti del jazz internazionale come Ray Charles, Bob Mintzer, Stevie Wonder, Charles Pomeroy e con le voci di Ami Stewart e Dee Dee Bridgewater il concerto è dedicato ai miti della musica jazz americana.Le musiche di due giganti degli anni Quaranta americani, Benny Goodman e Duke Ellington, faranno da sfondo ad un percorso in cui culture musicali e sociali si intersecano e si incontrano. La serata sarà infatti una dedica al jazz in bianco e nero, all’incontro delle due facce, appunto quella bianca e quella nera, dell’America del progresso degli anni Trenta e Quaranta. Lo spirito fumoso ed intellettuale dei club newyorkesi si incontrerà con le orchestrazioni corali tipiche dei party esclusivi delle metropoli americane.Un concerto d’eccezione, con esecutori di grande spessore, che offrirà al pubblico, appassionato o meno, una prospettiva diversa da cui guardare i grandi classici del jazz americano.



ore 23.45  Solstizio d'Estate “BRINDISI ALLA LUNA”




Amministrazione Comunale di Montiglio Monferrato

Il Sindaco PierCarlo Negro
Circolo Filarmonico Astigiano
Direttore artistico Lia Lizzi Balsamo

Venerdì ore 21,00: Ingresso intero Euro 10,00 ridotto Euro 7,00
Sabato ore 21,45: Ingresso intero Euro 15,00 ridotto Euro 10,00
Domenica ore 21,30: Ingresso intero Euro 10,00 ridotto Euro 7,00
Bambini fino ai 12 anni ingresso gratuito

Gratuito per tutti gli eventi del pomeriggio di sabato e domenica