COMUNE DI CASTELNUOVO DON BOSCO
COMUNE DI MONTECHIARO
COMUNE DI MONTIGLIO MONFERRATO
CIRCOLO FILARMONICO ASTIGIANO




Il fascino dei luoghi
La magia della musica...

20 - 27 luglio, 3 agosto 2014


DIRETTORE ARTISTICO: LIA LIZZI BALSAMO

Ritorna Musica nelle Pievi, l’itinerario musicale nelle Chiese Romaniche dell’astigiano, con l’obiettivo originario di unire la cultura musicale all’arte architettonica, mediante il godimento di musiche raffinate , eseguite da Ensemble di assoluto prestigio, in un ambiente suggestivo. Coniugare la buona musica con l’ambientazione solenne delle pievi romaniche, è un invito, rivolto alla collettività, per meglio conoscere, apprezzare ed amare la storia e la cultura delle terre astigiane. L’atmosfera magica che si respira in occasione dei concerti, creata dalle note, dal verde delle colline, dal silenzio circostante è difficilmente descrivibile, ma può essere apprezzata da tutti coloro che sono sensibili all’armonia, alla pace ed alla bellezza. Rivolgiamo un doveroso e sentito ringraziamento ai Sindaci dei Comuni di Castelnuovo Don Bosco, Montechiaro e Montiglio Monferrato che hanno sin dalla prima edizione sostenuto l’iniziativa.


Lia Lizzi Balsamo
Circolo Filarmonico Astigiano


    
Domenica 20 Luglio
Chiesa Romanica di “Santa Maria di Cornareto”
Castelnuovo Don Bosco
ore 17,30


QUARTETTO D’ARCHI TAAG


QUARTETTO D’ARCHI TAAG

Alessandra DEUT e Tommaso FRACARO, violini
Alessandro CURTONI, viola
Giulio SANNA, violoncello

“Perle Musicali”

W.A.Mozart
Quartetto KV 428 
Allegro non troppo
Andante con moto
Minuetto Allegro-Trio
Allegro vivace
 
L. van Beethoven
Quartetto op 18 n 1 
Allegro con brio
Adagio affettuoso ed appassionato
Scherzo Allegro molto-Trio
Allegro


Il Quartetto TAAG nasce nel 2011 con il desiderio dei componenti di approfondire lo studio del suo repertorio. L'Ensemble ha partecipato a numerose iniziative: dalla rassegna 2012 del Festival MiTo per la città di Torino, all'esecuzione del Quartetto "Imperatore" di F.J.Haydn per il Concorso Pugnani 2012, che gli è valso il primo premio. Recentemente ha collaborato con la pianista Anna Maria Cigoli e, inoltre ha partecipato al Festival MiTo 2013 esibendosi al Teatro Vittoria di Torino. Subito dopo il Quartetto TAAG ha suonato nel salone del Conservatorio e del Palazzo Civico nell'ambito del Festival Beethoven di Torino. Nello stesso anno il quartetto ha partecipato ai corsi di alto perfezionamento musicale di Saluzzo nella classe del M. Antonello Farulli. E' stato inoltre invitato dal Quartetto di Cremona a partecipare al VIII ° congresso ECMTA, con i Docenti Faes, Helasvuo, Flaksman, Irvine, Kunca e successivamente al corso tenutosi a Milano da Hatto Bayerle e dal Quartetto di Cremona per la Società del Quartetto, con concerto finale presso il Teatro Auditorium San Fedele. Al momento i giovani musicisti frequentano due Conservatori, quello di Torino e quello di Piacenza dove sono seguiti dai maestri Claudia Ravetto e Marco Decimo.Il Quartetto si sta inoltre specializzando presso la prestigiosa fondazione W. Stauffer con i musicisti del Quartetto di Cremona



Domenica 27 Luglio
Chiesa Romanica di “San Nazario”
Montechiaro
ore 21,30


I TRE TENORI


I TRE TENORI

Roberto COSTI, tenore
Tomas VACCHI, tenore
Luca BODIN, tenore

& PARMA BRASS QUINTET
Daniele PASCIUTA, Marzio MONTALI trombe, Alberto ORLANDI corno,
Roberto UGHETTI trombone, Gianluigi PAGANELLI bassotuba

“E lucevan le stelle”

Musiche di G. Puccini, G.Verdi, G. Donizetti,
A. Lara, C.A. Bixio, E. Curtis, R. Leoncavallo


THOMAS  VACCHI All’età di 22 anni inizia gli studi privatamente come cantante lirico con il tenore Beniamino Prior e con lui prosegue nel perfezionamento. Debutta in concerto a Piacenza nel 2007 nella serata di chiusura della stagione lirica invernale “Notte sotto le stelle” con la consegna del premio alla carriera al baritono Renato Bruson Nel 2008 debutta in teatro come Arlecchino ne “I Pagliacci” al Teatro Sociale di Mantova. E’ poi Alfredo nella Traviata al Teatro G.Verdi di Ferrara. Interpreta il ruolo di Gelsomino nell’opera “Il viaggio a Reims” nei teatri di Piacenza, Asti e Busseto (PR) . Nella “Lucia di Lammermoor” interpreta il ruolo di Arturo a Palazzo Farnese  di Piacenza, al Teatro Sociale di Sassari, al Teatro Verdi di Padova, al Teatro sociale di Rovigo e a Bassano del Grappa. Tiene numerosi concerti in tutta Italia e all’estero. Per enunciarne qualcuno :Nella serata di Gala al Teatro Nuovo di Udine è il Duca di Mantova nelle principali arie del “Rigoletto” e Tonio nella “Fille du Regiment” accompagnato dall’orchestra della Società Filarmonica. Si esibisce in concerto per la presentazione del libro di Josè Cura all’Hotel Excelsior di Firenze. Tiene poi una serata di Gala al Municipale di Piacenza con il tenore Filianoti ed il baritono Servile. E’ sul palco del teatro Ariston di Sanremo in un prestigioso concerto lirico. Viene premiato a Rovigo con una borsa di studio come futura promessa della lirica italiana dal baritono Rolando Panerai.
LUCA BODINI
 Inizia gli studi del canto a Piacenza al Conservatorio Nicolini sotto la guida del soprano Maria Laura Groppi, proseguendo, perfezionandosi, con il sopr. Renata Scotto, ten. Enzo Consuma e il ten. Nicola Martinucci. Fin da subito inizia una intensa attività concertistica sia in Italia che all’estero affiancando grandi interpreti della lirica come: Leo Nucci, Fiorenza Cossotto, Ivo Vinco, Ambrogio Maestri e Nicola Martinucci. Si classifica terzo, con menzione di Miglior voce di tenore, al Primo concorso Flaviano Labò a Piacenza nel 1992 e sesto al primo concorso Mario Basiola a Cremona; che gli permettono di entrare in teatro con parti di comprimariato in particolare al Festival Pucciniano di Torre del lago e al Verdianeum di Roncole Verdi -Pr-.Insignito del Premio Verdi nel 2010 a Busseto -Pr-, è ambasciatore dell’opera verdiana per il Circolo Falstaff di Roncole Verdi di Busseto. Debutta come protagonista in Gianni Schicchi di G. Puccini al Festival Pucciniano di Torre del Lago nella stagione invernale per giovani , dando il via a altri debutti come protagonista in varie opere del repertorio classico: Elisir d’amore e Don Pasquale di G. Donizetti, Boheme e Tosca di G. Puccini, Traviata Rigoletto Trovatore Ballo in maschera Aida e Requiem di G.Verdi, Cavalleria rusticana di P. Mascagni, Pagliacci di R. Leoncavallo e La Messa Gloriosa di A. Ponchielli. Come solista, a Roma nella Chiesa di S. Filippo Neri, canta in prima mondiale il “Giaele” di Mercadante trasmessa da Rai Radio tre. Prende parte a tounee Europee, Asiatiche e Sud Americane con concerti e  opere italiane riscuotendo notevoli apprezzamenti. Ha tenuto concerti al Teatro San Carlo di Napoli e di recente a Parma presso l’antico Teatro Farnese al fianco di illustri colleghi.
ROBERTO COSTI Debutta nel 2001 al teatro Bellini di Catania, e da allora ha girato i più importanti teatri Italia ed esteni sotto la guida di illustrissimi Maestri . Nel 2006 ha incontrato il Maestro Luciano Pavorotti nella sua casa di Modena, diventando uno dei suoi ultimi allievi. Elencare tutti i suoi successi sarebbe molto lungo, vogliamo ricordate che a novembre del 2010 è stato a Minsk in Bielorussia ospite dell’ambasciata italiana per partecipare al Gran Galà in meroria di Luciano Pavarotti , alla fine del 2011 e per tutto il mese di gennaio del 2012 è stato impegnato in una tournee di concerti in Cina in varie città frà le quali, Pechino e Shanghai.
PARMA BRASS QUINTETTO D’OTTONI Nasce nel 1991 con il nome “ GOLLIWOGG BRASS” che manterrà fino al 2006. Cinque giovani musicisti uniti dalla volontà di creare un gruppo omogeneo, in grado di trasmettere sensazioni ed emozioni per mezzo di sonorità poco conosciute dal pubblico. L’impegno e la determinazione profusi hanno consentito al quintetto non solo di esibirsi nelle località più importanti e suggestive dell’intera penisola, ma anche di ottenere sempre ottimi consensi di pubblico e di critica. Avvalendosi dell’apporto di validissimi collaboratori, il Golliwogg Brass ha proposto diverse tipologie di spettacoli, iniziando nel 1997 con “Viva l’Opera e l’Operetta” con la collaborazione del soprano, Paola Sanguinetti. Nel 1999 ha allestito “il Gran Galà dell’Opera & dell’Operetta”, e “Broadway, il grande Musical”. Nell’anno 2001, per celebrare il centenario della morte di Giuseppe Verdi, il recital-concerto dal titolo “Un brindisi con… Verdi”. Nel Luglio 2002, il Golliwogg Brass è ospite del prestigioso festival “Mercantia” di Certaldo, nella produzione dello spettacolo teatrale “Nessun Dorma” . Sempre dello stesso anno “Una notte a New Orleans” con i percussionisti Paolo Murena e Roger Catino e “Silent Night”; mentre dal 2003 il connubio con la corale parmense “M. Dellapina” (M° Valeria Temporini), ha portato alla realizzazione di“Gloria!”, replicato più volte con il mezzo soprano Cristina Melis e il soprano Antonella Montali. Dal 2004“Opera, che passione!”, il concerto classico più richiesto ed applaudito. Nel 2007 nascono le produzioni “ New York, New York” con la preziosa collaborazione del cantante UMBERTO SCIDA, e il Concerto/Recital de “ I TRE GIOVANI TENORI” . Nell’ottobre 2009 e 2010 il quintetto è stato invitato all’interno degli eventi collaterali del FESTIVAL VERDI di PARMA riscuotendo numerosi consensi. Sempre con successo è da citare la partecipazione avvenuta nel Maggio 2010 al GALLOWAY ARTS FESTIVAL di Dumfries in SCOZIA.




Domenica 3 agosto
Chiesa Romanica di “San Lorenzo”
Montiglio Monferrato
ore 21,30


ANNA MARIA CASTELLI
& STEFANO CORSI


Anna Maria Castelli e Stefano Corsi

Anna Maria CASTELLI
,voce
Stefano CORSI, arpa celtica e armonica

“Celtica”

L’arpa celtica e la voce sono gli strumenti che hanno dato inizio alla tradizione musicale irlandese. Fu infatti con l'arpa che Amergin, il primo bardo irlandese, compose il suo canto, quando per la prima volta i Celti misero piede sulla terra d'Irlanda. Dana, dea dei Tuatha de Danann, li aveva accolti cantando l'alfabeto segreto degli alberi e la sua rivelazione d'amore sciolse le corde dell'arpa.
Anna Maria Castelli e Stefano Corsi presentano un percorso intessuto di arie, canzoni e ritmi che evocano le atmosfere struggenti e i ritmi travolgenti che hanno accompagnato quelle storie e quelle leggende.


Anna Maria Castelli voce
Nata a Milano, di origini napoletane e vissuta per molto tempo in Svizzera, inizia a cantare giovanissima. La sua attività artistica è molto intensa, soprattutto all’estero. Ricercatrice curiosa, alterna al suo interesse per il jazz, il tango, la canzone d’autore, il teatro, il teatro canzone del quale è considerata una delle maggiori
interpreti europee. Nel jazz ha collaborato con Giorgio Gaslini, Gianni Coscia, Renato Sellani, Simone Guiducci, Kyle Gregory, Stefania Tallini, Salvatore Maiore. Interessata alle avanguardie musicali è stata la protagonista impegnata in un progetto di musica elettronica con alcuni ricercatori del Dipartimento di Musicologia dell’Università di Helsinki. Nel 2002 è la protagonista, a Vilnius e Kaunas, della prima mondiale assoluta de "L’Opéra du Pauvre", opera inedita composta per sola voce cantante e recitante, orchestra sinfonica e coro dal grande poeta, compositore e chansonnier francese Léo Ferré, con la Lithuanian State Symphony Orchestra. Nel 2005 diventa la protagonista del progetto tuttora in distribuzione “La meravigliosa avventura del tango” al fianco del Premio Oscar Luis Bacalov. Oltre al Premio Musica Europa riceve nel 2003 il Premio Antigone, 2007 Premio Portovenere Donna, premio prestigioso consegnato nelle edizioni precedenti a donne come Margherita Hack, Franca Valeri, Paola Gassman, Rita Levi Montalcini, Dacia Maraini. Nel 2008 viene insignita dal Presidente Giorgio Napolitano “Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana “ per meriti artistici e nel 2010 riceve insieme a Luis Bacalov il premio Ignacio Corsini. Intensa la sua attività concertistica all'estero con all'attivo oltre 40 Nazioni.
Stefano Corsi arpa celtica e armonica. E’ uno dei fondatori dello storico gruppo di musica irlandese Whisky Trail, con il quale ha prodotto quattordici CD. Si è da sempre dedicato allo studio di molteplici strumenti musicali, divenendo virtuoso nelle esecuzioni per arpa celtica e armonica. Nel 2003 a Monza, è stato premiato come Arpista Emerito della musica irlandese insieme a Vincenzo Zitello e al bretone Myrdhin, nell'ambito del concerto “Omaggio a Dereck Bell dei Chieftains”. Dei vari concerti tenuti, memorabile nel 2007, quello con il grande violinista irlandese Frankie Gavin a Fermo, davanti a migliaia di persone, e quello con il bluesman inglese Johnny Dickinson a Camerano di Ancona nel 2008, nell'ambito di Folk Concerto, organizzato dal Centro studi Oriente Occidente. Nel 2009 pubblica il suo primo CD da solista: 'Trails for Celtic Harp'. Nel 2010 suona al Festival internazionale dell'arpa di Viggiano. Nel 2012 pubblica 'Celtic and Mouth Harp' che presenta con grande successo al festival internazionale di arpa Rencontres internationales de harpes a Dinan in Bretagna.



Per informazioni:
CIRCOLO FILARMONICO ASTIGIANO
Piazza San Paolo 1 – 14100 ASTI
TEL. 0141-538057
E-mail: filarmonico.asti@alice.it

COMUNE di CASTELNUOVO DON BOSCO
COMUNE di MONTECHIARO
COMUNE di MONTIGLIO MONFERRATO

Vai alla pagina

Le manifestazioni promosse
dal Circolo Filarmonico:



ASTI IN CONCERTO

19 ottobre 2018 - 21 marzo 2019
ASTI
Vai alla pagina


ARCHIVIO EVENTI:



FESTA EUROPEA della MUSICA

15-21 giugno 2018
ASTI
Vai alla pagina



ASTI IN CONCERTO

28 ottobre 2017 - 12 aprile 2018
ASTI
Vai alla pagina



MUSICA NELLE PIEVI

15 luglio - 10 agosto 2017
MONTECHIARO, ALBUGNANO, CINAGLIO
CORTAZZONE, MONTIGLIO MONFERRATO
CASTELNUOVO DON BOSCO

Vai alla pagina



MONFERRATO JAZZ FESTIVAL

19 aprile - 19 luglio 2017
ASTI, ROCCHETTA TANARO
Vai alla pagina



WORKSHOP INTERATTIVO con DIEGO BOROTTI

29 novembre 2016 - 9 maggio 2017
ASTI
Vai alla pagina